Intellettuali non più chierici. Asceti o ingegneri?