Montale in Lunigiana. Ancora su Ceccardo e paesaggio ‘ligure’