Il saggio ha per obiettivo l'analisi delle ragioni della sopravvivenza del delitto di adulterio nella codificazione penale postunitaria (a fronte di un atteggiamento della dottrina penalistica di stampo prevalentemente abolizionista), rappresentate dalle pressioni preponderante dell'opinione pubblica, nel senso di un mantenimento della penalizzazione.

Isotton, R., L'invité de pierre. Les délits d'adultère et de concubinage en Italie aux XIXe-XXe siècles: de la répression à l'abolition, in Histoires de famille. À la convergence du droit pénal et des liens de parenté, (Montpellier, 19-21 May 2008), PULIM, Presses Universitaires du Limousin, Limoges 2012: 95-112 [http://hdl.handle.net/10807/53300]

L'invité de pierre. Les délits d'adultère et de concubinage en Italie aux XIXe-XXe siècles: de la répression à l'abolition

Isotton, Roberto
2012

Abstract

Il saggio ha per obiettivo l'analisi delle ragioni della sopravvivenza del delitto di adulterio nella codificazione penale postunitaria (a fronte di un atteggiamento della dottrina penalistica di stampo prevalentemente abolizionista), rappresentate dalle pressioni preponderante dell'opinione pubblica, nel senso di un mantenimento della penalizzazione.
Francese
Histoires de famille. À la convergence du droit pénal et des liens de parenté
Actes du Colloque International de Montpellier
Montpellier
19-mag-2008
21-mag-2008
978-2-84287-570-1
PULIM, Presses Universitaires du Limousin
Isotton, R., L'invité de pierre. Les délits d'adultère et de concubinage en Italie aux XIXe-XXe siècles: de la répression à l'abolition, in Histoires de famille. À la convergence du droit pénal et des liens de parenté, (Montpellier, 19-21 May 2008), PULIM, Presses Universitaires du Limousin, Limoges 2012: 95-112 [http://hdl.handle.net/10807/53300]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/53300
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact