Reale e controfattuale nel ragionamento giudiziario