Confrontare ciò che è accaduto con ciò che sarebbe potuto accadere, cioè simulare scenari controfattuali, è attività frequente nella vita quotidiana, utile nel processo di spiegazione degli eventi. Non sorprende quindi che questa attività si ritrovi anche nel contesto giudiziario, come la ricerca ha cominciato a dimostrare, sia nel momento della deposizione testimoniale sia in quello della decisione di giurati e giudici.

Catellani, P., Milesi, P., Reale e controfattuale nel ragionamento giudiziario, <<KOS>>, 1997; 138 (marzo): 46-51 [http://hdl.handle.net/10807/5080]

Reale e controfattuale nel ragionamento giudiziario

Catellani, Patrizia;Milesi, Patrizia
1997

Abstract

Confrontare ciò che è accaduto con ciò che sarebbe potuto accadere, cioè simulare scenari controfattuali, è attività frequente nella vita quotidiana, utile nel processo di spiegazione degli eventi. Non sorprende quindi che questa attività si ritrovi anche nel contesto giudiziario, come la ricerca ha cominciato a dimostrare, sia nel momento della deposizione testimoniale sia in quello della decisione di giurati e giudici.
Italiano
KOS
Catellani, P., Milesi, P., Reale e controfattuale nel ragionamento giudiziario, <<KOS>>, 1997; 138 (marzo): 46-51 [http://hdl.handle.net/10807/5080]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/5080
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact