Pier Damiani tra retorica e tensione eremitica