Alcune osservazioni sull’acquisizione del lessico in tre tipologie di output scritto in una classe CLIL