Il contributo intende promuovere una riflessione critica attorno alle funzioni che il coordinamento pedagogico può assumere in termini inclusivi. La costruzione di una rete di interventi a favore di bambini con disabilità in età prescolare, esito di un pensare corale che necessita del continuo intreccio di attori, linguaggi, ambienti, è attualmente una delle zone d’ombra del nostro sistema educativo. Ciò che viene a mancare, spesso, non è solo la possibilità di mettersi in dialogo o di promuovere una sempre maggiore consapevolezza professionale, ma anche l’opportunità di definire i compiti di chi è chiamato a tenere la rete stessa. In tal senso, il coordinamento pedagogico, figura-chiave nell’ambito dei servizi per l’infanzia, rappresenta un’opportunità ineludibile, sia in termini di accompagnamento dell’equipe educativa, sia ancora per quella dimensione di cura che la connessione con famiglie, servizi socio-sanitari e territorio rende necessaria. Vi è infine un’ulteriore sfida che induce a riconoscere tali professionisti quali figure di sistema, in grado di allestire contesti di fiducia, spazi di ascolto e di parola che facilitano l’incontro di punti di vista differenti, essenziali in un orizzonte che voglia definirsi autenticamente inclusivo.

Maggiolini, S., Verso una cultura inclusiva: ruoli, funzioni e compiti del coordinamento pedagogico., [http://hdl.handle.net/10807/214993]

Verso una cultura inclusiva: ruoli, funzioni e compiti del coordinamento pedagogico.

Maggiolini, Silvia
2020

Abstract

Il contributo intende promuovere una riflessione critica attorno alle funzioni che il coordinamento pedagogico può assumere in termini inclusivi. La costruzione di una rete di interventi a favore di bambini con disabilità in età prescolare, esito di un pensare corale che necessita del continuo intreccio di attori, linguaggi, ambienti, è attualmente una delle zone d’ombra del nostro sistema educativo. Ciò che viene a mancare, spesso, non è solo la possibilità di mettersi in dialogo o di promuovere una sempre maggiore consapevolezza professionale, ma anche l’opportunità di definire i compiti di chi è chiamato a tenere la rete stessa. In tal senso, il coordinamento pedagogico, figura-chiave nell’ambito dei servizi per l’infanzia, rappresenta un’opportunità ineludibile, sia in termini di accompagnamento dell’equipe educativa, sia ancora per quella dimensione di cura che la connessione con famiglie, servizi socio-sanitari e territorio rende necessaria. Vi è infine un’ulteriore sfida che induce a riconoscere tali professionisti quali figure di sistema, in grado di allestire contesti di fiducia, spazi di ascolto e di parola che facilitano l’incontro di punti di vista differenti, essenziali in un orizzonte che voglia definirsi autenticamente inclusivo.
Italiano
Maggiolini, S., Verso una cultura inclusiva: ruoli, funzioni e compiti del coordinamento pedagogico., [http://hdl.handle.net/10807/214993]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/214993
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact