Sono stati condotti studi sul controllo genetico della resistenza a C. beticola in barbabietola da zucchero, considerando le singole componenti di resistenza anziché le variazioni di gravità della malattia. Sono state utilizzate linee parentali resistenti e sensibili di barbabietola e le successive generazioni di incrocio, come pure reincroci col parentale resistente. Una parte di questi materiali genetici erano stati precedentemente caratterizzati dal punto di vista molecolare ed era stata evidenziata la presenza di 5 QTLs di resistenza associati a quattro linkage groups (LG1, LG2, LG3 e LG9). Le componenti di resistenza prese in considerazione sono state: efficienza d'infezione dei conidi, durata del periodo d'incubazione, dimensione delle macchie necrotiche e produzione di spore sulle macchie necrotiche. I risultati delle prove svolte hanno messo in luce che le due componenti di resistenza di maggior interesse sono l'efficienza d'infezione e la sporulazione, apparentemente controllate da geni differenti, con la prima caratterizzata da un'ereditabilità inferiore alla seconda. La prima di tali componenti è risultata correlata al QTL presente su LG1, la seconda a quello su LG9 e, in minor misura, ai due QTLs strettamente associati a LG3, a conferma del fatto che queste due componenti potrebbero essere controllate da geni differenti. La durata dell'incubazione è risultata associata ai QTLs su LG3 e LG9, seppur in misura inferiore rispetto ai precedenti, mentre per la dimensione delle macchie necrotiche non è stata trovata alcuna relazione con i QTLs considerati. Questi risultati aprono la possibilità di una selezione assistita per migliorare il livello di resistenza a C. beticola in barbabietola da zucchero.

Rossi, V., Battilani, P., Languasco, L., Primi studi sul controllo genetico delle componenti di resistenza a Cercospora beticola in barbabietola da zucchero, <<AGROINDUSTRIA>>, 2006; 5 (3): 87-95 [http://hdl.handle.net/10807/21194]

Primi studi sul controllo genetico delle componenti di resistenza a Cercospora beticola in barbabietola da zucchero

Rossi, Vittorio;Battilani, Paola;Languasco, Luca
2006

Abstract

Sono stati condotti studi sul controllo genetico della resistenza a C. beticola in barbabietola da zucchero, considerando le singole componenti di resistenza anziché le variazioni di gravità della malattia. Sono state utilizzate linee parentali resistenti e sensibili di barbabietola e le successive generazioni di incrocio, come pure reincroci col parentale resistente. Una parte di questi materiali genetici erano stati precedentemente caratterizzati dal punto di vista molecolare ed era stata evidenziata la presenza di 5 QTLs di resistenza associati a quattro linkage groups (LG1, LG2, LG3 e LG9). Le componenti di resistenza prese in considerazione sono state: efficienza d'infezione dei conidi, durata del periodo d'incubazione, dimensione delle macchie necrotiche e produzione di spore sulle macchie necrotiche. I risultati delle prove svolte hanno messo in luce che le due componenti di resistenza di maggior interesse sono l'efficienza d'infezione e la sporulazione, apparentemente controllate da geni differenti, con la prima caratterizzata da un'ereditabilità inferiore alla seconda. La prima di tali componenti è risultata correlata al QTL presente su LG1, la seconda a quello su LG9 e, in minor misura, ai due QTLs strettamente associati a LG3, a conferma del fatto che queste due componenti potrebbero essere controllate da geni differenti. La durata dell'incubazione è risultata associata ai QTLs su LG3 e LG9, seppur in misura inferiore rispetto ai precedenti, mentre per la dimensione delle macchie necrotiche non è stata trovata alcuna relazione con i QTLs considerati. Questi risultati aprono la possibilità di una selezione assistita per migliorare il livello di resistenza a C. beticola in barbabietola da zucchero.
Italiano
Rossi, V., Battilani, P., Languasco, L., Primi studi sul controllo genetico delle componenti di resistenza a Cercospora beticola in barbabietola da zucchero, <>, 2006; 5 (3): 87-95 [http://hdl.handle.net/10807/21194]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/21194
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact