After a critical review on the paradigm shift associated with the circular econ- omy as the fundamental transformative route of the European Green Deal and the Italian Recovery and Resilience Plan, the present article introduces a research project conducted by Alta Scuola dell’Ambiente with companies from the Brescia province, within the project called Integral ecology for the rights of the Child. Specifically, a case study of an experience ran within a so- cial cooperative was put forward to provide a path of debate with profit com- panies and B Corporation of the territory. The contribution researches the social potential of the ecological transition process towards the circular economy. At the provincial level, the need to implement a think-tank is high- lighted such that the capital narrative of each organisation can be put in com- mon as well as sharing best practices and experiences, enabling cross-pollination among the companies and co-design for local socio-eco- compatible projects. This shall be carried with a horizon, integrating the as- pect of circular economy, in a global commitment of education for the common good.

A partire da una ricognizione critica sul paradigma dell’economia circolare, quale asse trasformativo portante del Green Deal Europeo e del PNRR Ita- liano, l’articolo presenta una ricerca svolta da Alta Scuola dell’Ambiente con alcune imprese bresciane, nell’ambito del progetto Ecologia integrale per i diritti dell’Infanzia. In particolare, attraverso lo studio di caso di un’espe- rienza di una cooperativa sociale e un percorso di confronto con aziende profit e B Corp del territorio, il contributo indaga il potenziale sociale del processo di transizione ecologica verso l’economia circolare. Si pone la ne- cessità a livello locale di dare vita a un think-tank che permetta la messa in comune del capitale narrativo delle organizzazioni, la contaminazione tra loro e prove di co-design per progettazioni socio-eco-compatibili, in un oriz- zonte che sappia capacitare alla circolarità nell’impegno verso la formazione al bene comune.

Sandrini, S., Economia circolare, pedagogia. Un progetto di territorio, <<FORMAZIONE & INSEGNAMENTO>>, 2022; 20 (1): 145-153 [http://hdl.handle.net/10807/211382]

Economia circolare, pedagogia. Un progetto di territorio

Sandrini, S
2022

Abstract

A partire da una ricognizione critica sul paradigma dell’economia circolare, quale asse trasformativo portante del Green Deal Europeo e del PNRR Ita- liano, l’articolo presenta una ricerca svolta da Alta Scuola dell’Ambiente con alcune imprese bresciane, nell’ambito del progetto Ecologia integrale per i diritti dell’Infanzia. In particolare, attraverso lo studio di caso di un’espe- rienza di una cooperativa sociale e un percorso di confronto con aziende profit e B Corp del territorio, il contributo indaga il potenziale sociale del processo di transizione ecologica verso l’economia circolare. Si pone la ne- cessità a livello locale di dare vita a un think-tank che permetta la messa in comune del capitale narrativo delle organizzazioni, la contaminazione tra loro e prove di co-design per progettazioni socio-eco-compatibili, in un oriz- zonte che sappia capacitare alla circolarità nell’impegno verso la formazione al bene comune.
Italiano
Sandrini, S., Economia circolare, pedagogia. Un progetto di territorio, <<FORMAZIONE & INSEGNAMENTO>>, 2022; 20 (1): 145-153 [http://hdl.handle.net/10807/211382]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/211382
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact