Multiple identities characterise the people of our time, but it is also necessary to find opportunities for them to express themselves and get to know each other. A time of re-appropriation, of confrontation with others and with oneself was experienced in these terms by people of different origins, at their first experience with theatre, in the MoltiMe experience, promoted by the Centre on Human Mobility and Interculturality "Fileo". The theatre initiative has produced collateral beauty manifested through stories, improvisations and performances which promoted the multiplicity of experiences and values generated by each person. Individual identities, rich in knowledge, feelings, interiority, languages and sounds, cultures and worldviews enrich the group by offering a sense of belonging. This feeling has created - within the group itself - a third dimension. Despite society leaning towards selfish closure, this experience has instead provided moments of re-appropriation of personal time, since it is indeed within the encounter with the otherness that re-appropriation takes place.

Le identità multiple caratterizzano le persone del nostro tempo, d’altra parte serve trovare delle occasioni affinché queste possano esprimersi e conoscersi. Un tempo di riappropriazione, di confronto con gli altri e con se stessi che è stato in questi termini vissuto da persone d’origine diversa, neofite di teatro, nell’esperienza MoltiMe, promossa dal Centro studi e formazione sulla mobilità umana e intercultura “Fileo”. L'attivazione di questo percorso di teatro ha prodotto una bellezza collaterale, manifestata attraverso racconti, improvvisazioni e performance promotori della molteplicità di valori generati da ognuno. Identità individuali, ricche di saperi, sentimenti, interiorità, che arricchiscono il gruppo, offrendo un senso di appartenenza che ha creato - nel gruppo stesso - una terza dimensione. Nella tentazione di una chiusura egoistica questa esperienza ha offerto invece la possibilità di momenti di riappropriazione di un tempo personale, che si disvela nell’incontro con l’alterità.

Raccagni, D., Sarzilla, E., Pezzotta, S., MoltiMe. Il teatro a servizio dell'alterità, <<CONSULTORI FAMILIARI OGGI>>, 2022; (30/1): 103-113 [http://hdl.handle.net/10807/209902]

MoltiMe. Il teatro a servizio dell'alterità

Raccagni, D.
Primo
;
2022

Abstract

Le identità multiple caratterizzano le persone del nostro tempo, d’altra parte serve trovare delle occasioni affinché queste possano esprimersi e conoscersi. Un tempo di riappropriazione, di confronto con gli altri e con se stessi che è stato in questi termini vissuto da persone d’origine diversa, neofite di teatro, nell’esperienza MoltiMe, promossa dal Centro studi e formazione sulla mobilità umana e intercultura “Fileo”. L'attivazione di questo percorso di teatro ha prodotto una bellezza collaterale, manifestata attraverso racconti, improvvisazioni e performance promotori della molteplicità di valori generati da ognuno. Identità individuali, ricche di saperi, sentimenti, interiorità, che arricchiscono il gruppo, offrendo un senso di appartenenza che ha creato - nel gruppo stesso - una terza dimensione. Nella tentazione di una chiusura egoistica questa esperienza ha offerto invece la possibilità di momenti di riappropriazione di un tempo personale, che si disvela nell’incontro con l’alterità.
Italiano
Raccagni, D., Sarzilla, E., Pezzotta, S., MoltiMe. Il teatro a servizio dell'alterità, <<CONSULTORI FAMILIARI OGGI>>, 2022; (30/1): 103-113 [http://hdl.handle.net/10807/209902]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/209902
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact