Ludovico di Breme (1780-1820) è una delle personalità più attive nella Milano di primo Ottocento, non solo per gli incarichi culturali, sociali e politici che ha ricoperto durante la sua breve vita, ma soprattutto per l’impegno morale e pedagogico che ha assunto di fronte al delicato passaggio tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento. L’esperienza giornalistica del «Conciliatore», fondato e diretto insieme a un gruppo di amici quali, ad esempio, Pellico, Borsieri, Berchet, dimostra ampiamente le sue doti di educatore verso gli albori di una nuova èra.

Rondena, E., Gli articoli di Ludovico di Breme sul «Conciliatore»: una strada pedagogica verso una nazione europea, <<STUDI SUL SETTECENTO E L'OTTOCENTO. RIVISTA INTERNAZIONALE DI ITALIANISTICA>>, 2020; 2020 (15): 61-77 [http://hdl.handle.net/10807/205497]

Gli articoli di Ludovico di Breme sul «Conciliatore»: una strada pedagogica verso una nazione europea

Rondena, E.
2020

Abstract

Ludovico di Breme (1780-1820) è una delle personalità più attive nella Milano di primo Ottocento, non solo per gli incarichi culturali, sociali e politici che ha ricoperto durante la sua breve vita, ma soprattutto per l’impegno morale e pedagogico che ha assunto di fronte al delicato passaggio tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento. L’esperienza giornalistica del «Conciliatore», fondato e diretto insieme a un gruppo di amici quali, ad esempio, Pellico, Borsieri, Berchet, dimostra ampiamente le sue doti di educatore verso gli albori di una nuova èra.
Italiano
Rondena, E., Gli articoli di Ludovico di Breme sul «Conciliatore»: una strada pedagogica verso una nazione europea, <<STUDI SUL SETTECENTO E L'OTTOCENTO. RIVISTA INTERNAZIONALE DI ITALIANISTICA>>, 2020; 2020 (15): 61-77 [http://hdl.handle.net/10807/205497]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/205497
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact