This essay highlights Hofmannsthal’s development as a dramatist from his earlier poems and lyrical dramas to the later choice of the comedy as the theatrical genre which better met his idea of life as a universe crossed by a lot of mutual relationships, where everything is closely connected to each other, in analogy with Dante’s and Balzac’s concept of “human comedy”. The essay demonstrates how the comedy offers a response to the apparently insoluble antinomies and contradictions (chance vs necessity; becoming vs being) which troubled the protagonists of Hofmannsthal’s earlier dramas. Thus he creates a comedy which is at the same time deeply rooted in the European dramatic tradition and highly modern in the conception of the characters and of the genre of comedy itself. Even the traditional marriage motif is charged with an additional metaphysical worth which the author conceals under the surface of a light and frivolous conversation.

Il saggio ripercorre il cammino del poeta austriaco Hugo von Hofmannsthal dalle forme liriche e lirico-drammatiche della produzione giovanile, legata alle poetiche e alle estetiche del decadentismo, alla scelta per il teatro e, in particolare, per il genere della commedia. Nella forma teatrale della commedia Hofmannsthal trova l’espressione artistica più congeniale alla sua concezione della vita, da lui intesa sul modello dantesco e balzachiano come “commedia umana”, spazio della relazione vicendevole, e insieme la risposta alle antinomie dell’esistenza che avevano travagliato i protagonisti delle sue opere giovanili. Nella rappresentazione sovraindividuale della commedia infatti caso e necessità, divenire ed essere, amore di sé ed egoismo trovano una nuova umanissima soluzione. Ne nasce una commedia dagli statuti teorici moderni e innovativi, sia per la concezione del personaggio drammatico, sia per il motivo tradizionale del matrimonio, ora carico di una valenza metafisico-esistenziale abilmente dissimulata dal poeta sotto una superficie di conversevolezza leggera, sia per la concezione stessa di commedia come spazio di mille immaginabili possibilità di vita, apparentemente uguali e indifferenti, che interpellano l’uomo.

Raponi, E., Hofmannsthal e la commedia. Dalle prime esperienze alle opere della maturità: L'uomo difficile e L'incorruttibile, <<CULTURA TEDESCA>>, 2006; (30): 155-176 [http://hdl.handle.net/10807/1667]

Hofmannsthal e la commedia. Dalle prime esperienze alle opere della maturità: L'uomo difficile e L'incorruttibile

Raponi, Elena
2007

Abstract

Il saggio ripercorre il cammino del poeta austriaco Hugo von Hofmannsthal dalle forme liriche e lirico-drammatiche della produzione giovanile, legata alle poetiche e alle estetiche del decadentismo, alla scelta per il teatro e, in particolare, per il genere della commedia. Nella forma teatrale della commedia Hofmannsthal trova l’espressione artistica più congeniale alla sua concezione della vita, da lui intesa sul modello dantesco e balzachiano come “commedia umana”, spazio della relazione vicendevole, e insieme la risposta alle antinomie dell’esistenza che avevano travagliato i protagonisti delle sue opere giovanili. Nella rappresentazione sovraindividuale della commedia infatti caso e necessità, divenire ed essere, amore di sé ed egoismo trovano una nuova umanissima soluzione. Ne nasce una commedia dagli statuti teorici moderni e innovativi, sia per la concezione del personaggio drammatico, sia per il motivo tradizionale del matrimonio, ora carico di una valenza metafisico-esistenziale abilmente dissimulata dal poeta sotto una superficie di conversevolezza leggera, sia per la concezione stessa di commedia come spazio di mille immaginabili possibilità di vita, apparentemente uguali e indifferenti, che interpellano l’uomo.
Italiano
Tedesco
Raponi, E., Hofmannsthal e la commedia. Dalle prime esperienze alle opere della maturità: L'uomo difficile e L'incorruttibile, <<CULTURA TEDESCA>>, 2006; (30): 155-176 [http://hdl.handle.net/10807/1667]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/1667
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact