“Ces livres ne prétendront donc point offrir une géologie et une géographie exhaustives du cinéma” si schermiva nel 1958 André Bazin nell’“Avant-propos” del primo volume di Qu’est-ce que le cinéma1. Sono parole che dimostrano forse una certa timidezza nel trattare contemporaneamente il medium e la scienza, o almeno questo medium e quella scienza. L’incontro tra geografia e riflessione sul cinema è in effetti stato più spesso implicito che dichiarato, e semmai asistematico piuttosto che organizzato rigorosamente.

Avezzu', G., Fidotta, G., Introduzione. Certo non un’esaustiva geografia del cinema, <<CINERGIE>>, 2016; (10): 10-18 [http://hdl.handle.net/10807/94792]

Introduzione. Certo non un’esaustiva geografia del cinema

Avezzu';
2016

Abstract

“Ces livres ne prétendront donc point offrir une géologie et une géographie exhaustives du cinéma” si schermiva nel 1958 André Bazin nell’“Avant-propos” del primo volume di Qu’est-ce que le cinéma1. Sono parole che dimostrano forse una certa timidezza nel trattare contemporaneamente il medium e la scienza, o almeno questo medium e quella scienza. L’incontro tra geografia e riflessione sul cinema è in effetti stato più spesso implicito che dichiarato, e semmai asistematico piuttosto che organizzato rigorosamente.
Italiano
Avezzu', G., Fidotta, G., Introduzione. Certo non un’esaustiva geografia del cinema, <<CINERGIE>>, 2016; (10): 10-18 [http://hdl.handle.net/10807/94792]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/94792
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact