The paper focuses on the effects caused by an inadequate criminal legislation on the jurisprudence. In particular, the Author underlines the gradual decline of the role of the Parliament, which has caused a predominance of the executive power above the legislative one. It consists, as severe consequence, in the persistent absence of strategy of criminal policy involving the different legal systems, which favours a populist criminal law. This phenomenon also influences the process of creating criminal offences. For these reasons, the paper gives some criteria useful to preserve the reassurances offered by the principle of legality.

Il testo riflette sulla incidenza delle inadeguatezze rispontrabili nell’attività legislativa in materia penale circa le problematiche del c.d. diritto vivente. Viene evidenziato come nodo cruciale il progressivo indebolirsi, non solo in Italia, del ruolo che compete al Parlamento, con una consequenziale subordinazione di fatto del potere legislativo a quello esecutivo. Se ne ravvisa come un effetto particolarmente delicato il persistere di una mancata progettazione politico-criminale che coinvolga i diversi settori dell’ordinamento giuridico: il che favorisce l’enfasi su una legislazione penale sovente di carattere populistico, che si riflette anche nelle modalità di definizione delle fattispecie incriminatrici. Si indicano alcuni criteri intesi a salvaguardare la funzione garantistica del principio di riserva di legge nella prassi giudiziaria.

Eusebi, L., L'insostenibile leggerezza del testo. la responsabilità perduta della progettazione politico-criminale, <<RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE>>, 2016; LIX (4): 1668-1688 [http://hdl.handle.net/10807/94317]

L'insostenibile leggerezza del testo. la responsabilità perduta della progettazione politico-criminale

Eusebi, Luciano
Primo
2017

Abstract

Il testo riflette sulla incidenza delle inadeguatezze rispontrabili nell’attività legislativa in materia penale circa le problematiche del c.d. diritto vivente. Viene evidenziato come nodo cruciale il progressivo indebolirsi, non solo in Italia, del ruolo che compete al Parlamento, con una consequenziale subordinazione di fatto del potere legislativo a quello esecutivo. Se ne ravvisa come un effetto particolarmente delicato il persistere di una mancata progettazione politico-criminale che coinvolga i diversi settori dell’ordinamento giuridico: il che favorisce l’enfasi su una legislazione penale sovente di carattere populistico, che si riflette anche nelle modalità di definizione delle fattispecie incriminatrici. Si indicano alcuni criteri intesi a salvaguardare la funzione garantistica del principio di riserva di legge nella prassi giudiziaria.
Italiano
Eusebi, L., L'insostenibile leggerezza del testo. la responsabilità perduta della progettazione politico-criminale, <<RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE>>, 2016; LIX (4): 1668-1688 [http://hdl.handle.net/10807/94317]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2016 eusebi - RIDPP 2016-4 - l'insostenibile leggerezza.pdf

non disponibili

Tipologia file ?: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non specificato
Dimensione 95.63 kB
Formato Unknown
95.63 kB Unknown   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/94317
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact