“Prova indiziaria”: ossimoro o ridondanza da evitare