Sulla scorta della documentazione inedita rinvenuta nel corso di una ricerca condotta nel fondo Notarile dell'Archivio di Stato di Milano, nel saggio è ripercorso il profilo biografico del magister Giovanni Antonio Tatti, orefice varesino attivo a partire dalla seconda metà del Quattrocento, padre del pittore Francesco Tatti, che come il genitore sembra inizialmente avviato alla carriera di orafo. Nel testo, inoltre, si dà ragione dei rapporti di parentela con la bottega dei pittori Campanigo.

Cairati, C., Appunti per magister Giovanni Antonio Tatti: un orefice a Varese tra ‘400 e ‘500, <<CALANDARI D'RA FAMIGLIA BOSINA PAR UR>>, 2008; (N/A): 81-107 [http://hdl.handle.net/10807/92167]

Appunti per magister Giovanni Antonio Tatti: un orefice a Varese tra ‘400 e ‘500

Cairati
2007

Abstract

Sulla scorta della documentazione inedita rinvenuta nel corso di una ricerca condotta nel fondo Notarile dell'Archivio di Stato di Milano, nel saggio è ripercorso il profilo biografico del magister Giovanni Antonio Tatti, orefice varesino attivo a partire dalla seconda metà del Quattrocento, padre del pittore Francesco Tatti, che come il genitore sembra inizialmente avviato alla carriera di orafo. Nel testo, inoltre, si dà ragione dei rapporti di parentela con la bottega dei pittori Campanigo.
Italiano
Cairati, C., Appunti per magister Giovanni Antonio Tatti: un orefice a Varese tra ‘400 e ‘500, <<CALANDARI D'RA FAMIGLIA BOSINA PAR UR>>, 2008; (N/A): 81-107 [http://hdl.handle.net/10807/92167]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/92167
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact