Ha senso parlare ancora di identità e adolescenza?