Il saggio si occupa delle operazioni sul capitale sociale nella s.r.l. In particolare, esso esamina l'impatto che la riforma del diritto societario del 2003 ha avuto su tali operazioni e la "metamorfosi" che la relativa disciplina ha subito per effetto di successivi interventi normativi nonché dell'interpretazione data dalla giurisprudenza teorica e pratica alle norme consegnate dal legislatore della menzionata riforma. In questa prospettiva, l'attenzione è rivolta, sotto il primo profilo, alle disposizioni che consentono la costituzione di una s.r.l. con capitale sociale inferiore a diecimila euro e almeno pari ad un euro, sottolienando come esse non abbiano inciso sull'entità minima del capitale sociale, facendola scendere a nummo uno; sotto il secondo profilo, sul quorum decisionale richiesto per l'inserimento durante societate della clausola statutaria che legittima l'aumento del capitale sociale in maniera non proporzionale tra soci o a favore di terzi, sottolineando come esso debba identificarsi con l'unanimità e non con la maggioranza prescritta per una qualsiasi modifica dell'atto costitutivo. I cenni conclusivi sono dedicati alla sorte delle delibere assembleari o alle decisioni amministrative che dispongono l'aumento del capitale in maniera non proporzionale tra soci o a favore di terzi senza la richiamata clausola statutaria o senza che detta clausola sia stata introdotta legittimamente.

Cetra, A., Le operazioni sul capitale sociale nella s.r.l., <<RIVISTA DELLE SOCIETA'>>, 2016; LXI (5): 812-832 [http://hdl.handle.net/10807/91068]

Le operazioni sul capitale sociale nella s.r.l.

Cetra, Antonio
Primo
2016

Abstract

Il saggio si occupa delle operazioni sul capitale sociale nella s.r.l. In particolare, esso esamina l'impatto che la riforma del diritto societario del 2003 ha avuto su tali operazioni e la "metamorfosi" che la relativa disciplina ha subito per effetto di successivi interventi normativi nonché dell'interpretazione data dalla giurisprudenza teorica e pratica alle norme consegnate dal legislatore della menzionata riforma. In questa prospettiva, l'attenzione è rivolta, sotto il primo profilo, alle disposizioni che consentono la costituzione di una s.r.l. con capitale sociale inferiore a diecimila euro e almeno pari ad un euro, sottolienando come esse non abbiano inciso sull'entità minima del capitale sociale, facendola scendere a nummo uno; sotto il secondo profilo, sul quorum decisionale richiesto per l'inserimento durante societate della clausola statutaria che legittima l'aumento del capitale sociale in maniera non proporzionale tra soci o a favore di terzi, sottolineando come esso debba identificarsi con l'unanimità e non con la maggioranza prescritta per una qualsiasi modifica dell'atto costitutivo. I cenni conclusivi sono dedicati alla sorte delle delibere assembleari o alle decisioni amministrative che dispongono l'aumento del capitale in maniera non proporzionale tra soci o a favore di terzi senza la richiamata clausola statutaria o senza che detta clausola sia stata introdotta legittimamente.
Italiano
Cetra, A., Le operazioni sul capitale sociale nella s.r.l., <>, 2016; LXI (5): 812-832 [http://hdl.handle.net/10807/91068]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/91068
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact