Il privilegio di Onorio III per il capitolo della cattedrale di Assisi