Un' analisi della Biennale di Venezia del 2015 che si riconnette alla "biennale riformata" del 1974 di cui la 56esiama edizione della rassegna, All the World’s Futures, curata da Okwi Enwezor, ricalca alcune istanze. In particolare il contributo si sofferma sul format espositivo della mostra presentata al Padiglione Italia dei Giardini nella quale "l'arena", teatro della lettura di Das Kapital di Marx come momento attivo di partecipazione, rappresenta il focus tematico, non solo della mostra centrale ma di tutta la Biennale.

Iaquinta, C., Biennale 2015: né vincitori né vinti nell’Arena, <<ARCHPHOTO>>, 2015; (2015): 1-1 [http://hdl.handle.net/10807/83861]

Biennale 2015: né vincitori né vinti nell’Arena

Iaquinta
Primo
2015

Abstract

Un' analisi della Biennale di Venezia del 2015 che si riconnette alla "biennale riformata" del 1974 di cui la 56esiama edizione della rassegna, All the World’s Futures, curata da Okwi Enwezor, ricalca alcune istanze. In particolare il contributo si sofferma sul format espositivo della mostra presentata al Padiglione Italia dei Giardini nella quale "l'arena", teatro della lettura di Das Kapital di Marx come momento attivo di partecipazione, rappresenta il focus tematico, non solo della mostra centrale ma di tutta la Biennale.
Italiano
Iaquinta, C., Biennale 2015: né vincitori né vinti nell’Arena, <<ARCHPHOTO>>, 2015; (2015): 1-1 [http://hdl.handle.net/10807/83861]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/83861
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact