L’ideologia del disincanto e della violazione. La rinegoziazione di una geometria spettacolare