Prendendo le mosse dalla Proposta di regolamento istitutivo della Procura europea presentata dalla Commissione nell'estate del 2013, senza tralasciare né le soluzioni fornite dai progetti precedenti né gli sviluppi emergenti dai negoziati in corso in sede politica sulla Proposta medesima, l'autore esamina le possibili interazioni tra le competenze riservate dal diritto primario dell'Unione alla Corte di giustizia e i procedimenti di competenza del pubblico ministero europeo. In particolare, vengono messe in luce le peculiari problematiche legate alla distinzione tra le competenze riservate alla Corte di giustizia e quelle spettanti alle corti interne, nell'ambito dell'indispensabile controllo giurisdizionale sugli atti e le misure investigative dell'ufficio requirente europeo. Al fine di analizzare compiutamente le modalità di intervento della Corte di giustizia, inoltre, vengono distinte le ipotesi di controllo giurisdizionale diretto, legate in particolare al ricorso per annullamento avverso gli atti delle istituzioni europee, da quelle di controllo giurisdizionale indiretto, riconducibili essenzialmente al meccanismo del rinvio pregiudiziale interpretativo o di legittimità.

Pressacco, L., La Corte di giustizia tra Procura europea e giurisdizioni nazionali, <<L'INDICE PENALE>>, 2015; (3): 525-568 [http://hdl.handle.net/10807/76197]

La Corte di giustizia tra Procura europea e giurisdizioni nazionali

Pressacco
Primo
2015

Abstract

Prendendo le mosse dalla Proposta di regolamento istitutivo della Procura europea presentata dalla Commissione nell'estate del 2013, senza tralasciare né le soluzioni fornite dai progetti precedenti né gli sviluppi emergenti dai negoziati in corso in sede politica sulla Proposta medesima, l'autore esamina le possibili interazioni tra le competenze riservate dal diritto primario dell'Unione alla Corte di giustizia e i procedimenti di competenza del pubblico ministero europeo. In particolare, vengono messe in luce le peculiari problematiche legate alla distinzione tra le competenze riservate alla Corte di giustizia e quelle spettanti alle corti interne, nell'ambito dell'indispensabile controllo giurisdizionale sugli atti e le misure investigative dell'ufficio requirente europeo. Al fine di analizzare compiutamente le modalità di intervento della Corte di giustizia, inoltre, vengono distinte le ipotesi di controllo giurisdizionale diretto, legate in particolare al ricorso per annullamento avverso gli atti delle istituzioni europee, da quelle di controllo giurisdizionale indiretto, riconducibili essenzialmente al meccanismo del rinvio pregiudiziale interpretativo o di legittimità.
Italiano
Pressacco, L., La Corte di giustizia tra Procura europea e giurisdizioni nazionali, <<L'INDICE PENALE>>, 2015; (3): 525-568 [http://hdl.handle.net/10807/76197]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/76197
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact