Eccesso e norma nella tradizione popolare: due esempi salentini