L’osteoporosi é una condizione clinica ad alta prevalenza nel nostro Paese, soprattutto tra le donne. Le fratture osteoporotiche minano fortemente la qualità di vita dei soggetti colpiti e comportano un forte impatto sociale in quanto generano, solitamente, la perdita dell’autosufficienza e sono frequentemente causa di mortalità. L’analisi dei costi derivanti da questa condizione pone importanti questioni data la difficoltà di quantificare il carico di malattia. L’osteoporosi, infatti, rimane spesso silente per anni, per poi manifestarsi d’improvviso e in modo drammatico con le fratture. Proprio per questo motivo la maggior parte delle valutazioni economiche si sono concentrate per lo più sulle fratture osteoporotiche. Nel rapporto dell’International Osteoporosis Foundation del 2008 i costi diretti ospedalieri per la frattura dell’anca in Italia sono risultati di direttamente imputabili alle fratture del femore sono pari a 13 milioni di €. Il costo medio annuo per una donna con una frattura osteoporotica é di €2.241,96. In Italia, nel 2009, si é registrato un tasso di dimissioni ospedaliere in regime di RO per una frattura osteoporotica pari a 35,60 per 100.000 donne di 45 anni ed oltre. Il tasso aumenta con il crescere dell’età sia nel totale sia per tutte le tipologie di frattura considerate. Consultando i dati del Rapporto Osmed, si osserva come la spesa complessiva per i farmaci dell’apparato muscolo-scheletrico ammonti a 1.378 milioni di €. Questi farmaci sono utilizzati sempre di più all’aumentare dell’età; in particolare in questi ultimi 2 anni si é assistito a un progressivo incremento dell’uso nelle donne, verosimilmente per le modifiche della Nota 79 che dal 2007 hanno determinato un allargamento della prescrizione a carico SSN. A livello territoriale, la quota più consistente della spesa per questo gruppo terapeutico é rappresentata proprio dai farmaci per l’osteoporosi.

Sferrazza, A., Nicolotti, N., Di Thiene, D., Veneziano, M. A., Capri, S., De Waure, C., Ricciardi, G., L’osteoporosi in Italia: risorse utilizzate dal SSN e relativi costi, <<ITALIAN JOURNAL OF PUBLIC HEALTH>>, 2011; (8(2) Supplemento 2): 23-35 [http://hdl.handle.net/10807/7382]

L’osteoporosi in Italia: risorse utilizzate dal SSN e relativi costi

Sferrazza, Antonella;Nicolotti, Nicola;Veneziano, Maria Assunta;De Waure, Chiara;Ricciardi, Gualtiero
2011

Abstract

L’osteoporosi é una condizione clinica ad alta prevalenza nel nostro Paese, soprattutto tra le donne. Le fratture osteoporotiche minano fortemente la qualità di vita dei soggetti colpiti e comportano un forte impatto sociale in quanto generano, solitamente, la perdita dell’autosufficienza e sono frequentemente causa di mortalità. L’analisi dei costi derivanti da questa condizione pone importanti questioni data la difficoltà di quantificare il carico di malattia. L’osteoporosi, infatti, rimane spesso silente per anni, per poi manifestarsi d’improvviso e in modo drammatico con le fratture. Proprio per questo motivo la maggior parte delle valutazioni economiche si sono concentrate per lo più sulle fratture osteoporotiche. Nel rapporto dell’International Osteoporosis Foundation del 2008 i costi diretti ospedalieri per la frattura dell’anca in Italia sono risultati di direttamente imputabili alle fratture del femore sono pari a 13 milioni di €. Il costo medio annuo per una donna con una frattura osteoporotica é di €2.241,96. In Italia, nel 2009, si é registrato un tasso di dimissioni ospedaliere in regime di RO per una frattura osteoporotica pari a 35,60 per 100.000 donne di 45 anni ed oltre. Il tasso aumenta con il crescere dell’età sia nel totale sia per tutte le tipologie di frattura considerate. Consultando i dati del Rapporto Osmed, si osserva come la spesa complessiva per i farmaci dell’apparato muscolo-scheletrico ammonti a 1.378 milioni di €. Questi farmaci sono utilizzati sempre di più all’aumentare dell’età; in particolare in questi ultimi 2 anni si é assistito a un progressivo incremento dell’uso nelle donne, verosimilmente per le modifiche della Nota 79 che dal 2007 hanno determinato un allargamento della prescrizione a carico SSN. A livello territoriale, la quota più consistente della spesa per questo gruppo terapeutico é rappresentata proprio dai farmaci per l’osteoporosi.
Italiano
Sferrazza, A., Nicolotti, N., Di Thiene, D., Veneziano, M. A., Capri, S., De Waure, C., Ricciardi, G., L’osteoporosi in Italia: risorse utilizzate dal SSN e relativi costi, <<ITALIAN JOURNAL OF PUBLIC HEALTH>>, 2011; (8(2) Supplemento 2): 23-35 [http://hdl.handle.net/10807/7382]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/7382
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact