Negli ultimi anni numerose evidenze delle neuroscienze sociali hanno identificato i network neurali sottesi alle capacità di empatizzare con le emozioni altrui, cruciali per la costruzione di relazioni sociali, dirigendo così l’attenzione su contesti di interazione specie-specifiche (con propri simili). Tuttavia sempre più frequentemente gli esseri umani vivono situazioni sociali in presenza di relazioni specie-aspecifiche (con animali). Scopo del presente studio è quello di esplorare i meccanismi cerebrali, emodinamici (spettroscopia funzionale nel vicino infrarosso, fNIRS) ed elettrofisiologici (EEG), coinvolti nei processi di sintonizzazione emotiva nei confronti di persone che interagiscono non solo con propri simili, ma anche con animali. È stato chiesto a 22 partecipanti di osservare degli script che ritraevano interazioni cooperative e conflittuali tra esseri umani (condizione uomo-uomo: UU), oppure tra umani e animali domestici (uomo-animale: UA). Durante la visione venivano misurate contemporaneamente le variazioni emodinamiche ed elettrofisiologiche della corteccia prefrontale dorsolaterale, implicata in processi di regolazione emotiva e di cognizione sociale. I risultati delle analisi ANOVA per misure ripetute hanno mostrato che, sebbene le due categorie coinvolgano pattern elettrofisiologici simili in base alla valenza emotiva, i dati emodinamici hanno mostrato alcune specificità, con un aumento dei livelli di ossiemoglobina (O2Hb) per le relazioni UU in contesti conflittuali, e per gli stimoli UA in contesti cooperativi. Sia le relazioni UU che UA sono associate ad un alto coinvolgimento emotivo che riguarda principalmente le relazioni intra-specie in condizioni conflittuali, ed inter-specie in condizioni cooperative. I risultati sono stati motivati e discussi tenendo in considerazione i meccanismi neurali alla base dei processi empatici e il loro significato funzionale relativo al contesto d’interazione.

Balconi, M., Vanutelli, M. E., Effetti specie-specifici e specie-aspecifici in contesti ad elevato impatto emotivo ed empatico. Uno studio combinato fNIRS-EEG, Comunicazione, in Atti del «XXI Congresso Nazionale della Sezione di Psicologia Sperimentale AIP», (Rovereto, 10-12 September 2015), Associazione Italiana di Psicologia, Rovereto 2015: 28-28 [http://hdl.handle.net/10807/70913]

Effetti specie-specifici e specie-aspecifici in contesti ad elevato impatto emotivo ed empatico. Uno studio combinato fNIRS-EEG

Balconi, Michela;Vanutelli, Maria Elide
2015

Abstract

Negli ultimi anni numerose evidenze delle neuroscienze sociali hanno identificato i network neurali sottesi alle capacità di empatizzare con le emozioni altrui, cruciali per la costruzione di relazioni sociali, dirigendo così l’attenzione su contesti di interazione specie-specifiche (con propri simili). Tuttavia sempre più frequentemente gli esseri umani vivono situazioni sociali in presenza di relazioni specie-aspecifiche (con animali). Scopo del presente studio è quello di esplorare i meccanismi cerebrali, emodinamici (spettroscopia funzionale nel vicino infrarosso, fNIRS) ed elettrofisiologici (EEG), coinvolti nei processi di sintonizzazione emotiva nei confronti di persone che interagiscono non solo con propri simili, ma anche con animali. È stato chiesto a 22 partecipanti di osservare degli script che ritraevano interazioni cooperative e conflittuali tra esseri umani (condizione uomo-uomo: UU), oppure tra umani e animali domestici (uomo-animale: UA). Durante la visione venivano misurate contemporaneamente le variazioni emodinamiche ed elettrofisiologiche della corteccia prefrontale dorsolaterale, implicata in processi di regolazione emotiva e di cognizione sociale. I risultati delle analisi ANOVA per misure ripetute hanno mostrato che, sebbene le due categorie coinvolgano pattern elettrofisiologici simili in base alla valenza emotiva, i dati emodinamici hanno mostrato alcune specificità, con un aumento dei livelli di ossiemoglobina (O2Hb) per le relazioni UU in contesti conflittuali, e per gli stimoli UA in contesti cooperativi. Sia le relazioni UU che UA sono associate ad un alto coinvolgimento emotivo che riguarda principalmente le relazioni intra-specie in condizioni conflittuali, ed inter-specie in condizioni cooperative. I risultati sono stati motivati e discussi tenendo in considerazione i meccanismi neurali alla base dei processi empatici e il loro significato funzionale relativo al contesto d’interazione.
Italiano
Atti del «XXI Congresso Nazionale della Sezione di Psicologia Sperimentale AIP»
XXI Congresso Nazionale della Sezione di Psicologia Sperimentale AIP
Rovereto
Comunicazione
10-set-2015
12-set-2015
Balconi, M., Vanutelli, M. E., Effetti specie-specifici e specie-aspecifici in contesti ad elevato impatto emotivo ed empatico. Uno studio combinato fNIRS-EEG, Comunicazione, in Atti del «XXI Congresso Nazionale della Sezione di Psicologia Sperimentale AIP», (Rovereto, 10-12 September 2015), Associazione Italiana di Psicologia, Rovereto 2015: 28-28 [http://hdl.handle.net/10807/70913]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/70913
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact