La Clinical Governance (CG) è un approccio teso al miglioramento della qualità in sanità nelle more della patient-centeredness. Obiettivo di questo studio è stato analizzare i risultati dellavalutazione della CG nel Policlinico Gemelli per identificare leve strategiche atte al miglioramento dell’assistenza erogata, valutandone il grado di “umanizzazione”. Materiali e metodi: La CG nel Policlinico Gemelli è stata valutata nel 2012 con la metodologia OPTIGOV. Al fine di individuare le variabili generatrici di fattori latenti in grado di influenzare la governance dell’ospedale è stata applicata l’analisi delle corrispondenze multiple (MCA). Risultati: L’applicazione di OPTIGOV ha evidenziato un buon livello d’implementazione della CG. La MCA tramite l’aggregazione delle variabili ha definito 3 fattori latenti: F1=48,09%; F2= 24,95%; F3=9,64%, che spiegano l’82,68 % della varianza totale. In relazione alla loro interpretazione euristica sono stati definiti: F1: “VALUTAZIONE PER STRATEGIE DI MIGLIORAMENTO ORIENTATE ALLA PERSONA” à con focus su professionisti sanitari e pazienti, per individuare strategie di miglioramento continuo tramite la produzione di evidenze e feedback sulle performance. F2: “VALUTAZIONE PER UNA GESTIONE FINALIZZATA ALLA PERSONA” à con focus su sanitari e pazienti, per migliorare la qualità dell’assistenza attraverso l’empowerment dei lavoratori, tramite la valutazione delle performance tesa alla programmazione. F3: “TRACCIABILITÀ PER UN’ACCOUNTABILITY PUNTUALE DEI PROFESSIONISTI” à con focus sulla qualità dell’assistenza, per migliorare la comunicazione e la cooperazione tra i professionisti sanitari, la relazione medico-paziente, la sicurezza di operatori e pazienti. Conclusioni L’interpretazione euristica dei risultati riconduce al concetto di umanizzazione dell’assistenza sanitaria. Dallo studio emerge come all’interno del Policlinico A. Gemelli l’umanizzazione delle cure continua ad essere il driver del miglioramento della qualità assistenziale.

Parente, P., Specchia, M. L., De Belvis, A., Barbara, A., Ricciardi, G., Damiani, G., Clinical Governance e patient centeredness: l’esperienza nel Policlinico “A. Gemelli” [Poster], Abstract de <<48° Congresso Nazionale della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) “Alimentare la salute”>>, (Milano, 14-17 October 2015 ), Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica, Milano 2015: 219-219 [http://hdl.handle.net/10807/70734]

Clinical Governance e patient centeredness: l’esperienza nel Policlinico “A. Gemelli” [Poster]

Parente, Paolo;Specchia, Maria Lucia;De Belvis, Antonio;Ricciardi, Gualtiero;Damiani, Gianfranco
2015

Abstract

La Clinical Governance (CG) è un approccio teso al miglioramento della qualità in sanità nelle more della patient-centeredness. Obiettivo di questo studio è stato analizzare i risultati dellavalutazione della CG nel Policlinico Gemelli per identificare leve strategiche atte al miglioramento dell’assistenza erogata, valutandone il grado di “umanizzazione”. Materiali e metodi: La CG nel Policlinico Gemelli è stata valutata nel 2012 con la metodologia OPTIGOV. Al fine di individuare le variabili generatrici di fattori latenti in grado di influenzare la governance dell’ospedale è stata applicata l’analisi delle corrispondenze multiple (MCA). Risultati: L’applicazione di OPTIGOV ha evidenziato un buon livello d’implementazione della CG. La MCA tramite l’aggregazione delle variabili ha definito 3 fattori latenti: F1=48,09%; F2= 24,95%; F3=9,64%, che spiegano l’82,68 % della varianza totale. In relazione alla loro interpretazione euristica sono stati definiti: F1: “VALUTAZIONE PER STRATEGIE DI MIGLIORAMENTO ORIENTATE ALLA PERSONA” à con focus su professionisti sanitari e pazienti, per individuare strategie di miglioramento continuo tramite la produzione di evidenze e feedback sulle performance. F2: “VALUTAZIONE PER UNA GESTIONE FINALIZZATA ALLA PERSONA” à con focus su sanitari e pazienti, per migliorare la qualità dell’assistenza attraverso l’empowerment dei lavoratori, tramite la valutazione delle performance tesa alla programmazione. F3: “TRACCIABILITÀ PER UN’ACCOUNTABILITY PUNTUALE DEI PROFESSIONISTI” à con focus sulla qualità dell’assistenza, per migliorare la comunicazione e la cooperazione tra i professionisti sanitari, la relazione medico-paziente, la sicurezza di operatori e pazienti. Conclusioni L’interpretazione euristica dei risultati riconduce al concetto di umanizzazione dell’assistenza sanitaria. Dallo studio emerge come all’interno del Policlinico A. Gemelli l’umanizzazione delle cure continua ad essere il driver del miglioramento della qualità assistenziale.
Italiano
Atti del 48° Congresso Nazionale della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) “Alimentare la salute”
48° Congresso Nazionale della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) “Alimentare la salute”
Milano
14-ott-2015
17-ott-2015
N/A
Parente, P., Specchia, M. L., De Belvis, A., Barbara, A., Ricciardi, G., Damiani, G., Clinical Governance e patient centeredness: l’esperienza nel Policlinico “A. Gemelli” [Poster], Abstract de <<48° Congresso Nazionale della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) “Alimentare la salute”>>, (Milano, 14-17 October 2015 ), Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica, Milano 2015: 219-219 [http://hdl.handle.net/10807/70734]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/70734
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact