In the mid-sixteenth century the catholic priest Natalino Amulio published in Venice two editions of 'Evangelical harmonies'. Apparently the text is very simple, even in its second issue, where an exposition in homiletic style is inserted. To a deeper investigation of the sources, the meaning, the means of implementation, the harmonies reveal to be very complex: overcoming the usual paradigm of censorship, the article shows that Amulio's work opens several questions, currently not solvable.

Nel 1544 viene pubblicata a Venezia la prima edizione delle armonie evangeliche in volgare del sacerdote Natalino Amulio, a cui seguì nel 1556 una seconda edizione, ampliata da un commento. Sebbene questi testi costituissero semplicemente la ricomposizione dei Vangeli canonici in un unico racconto, essi furono spesso oggetto della censura ecclesiastica: in effetti, l’Amulio, soprattutto nella seconda edizione, è molto attento «a ricondurre ogni possibile spunto generato dalla lettura del testo nell’alveo dell’ortodossia cattolica» (p. 194). Al di là però di questi aspetti strettamente legati alle pratiche censorie, un’attenta analisi delle due edizioni apre a una serie di dubbi relativi alla interpretazione dell’opera stessa, alle fonti, alle modalità concrete di realizzazione delle edizioni; tutte questioni che attualmente non paiono essere facilmente risolvibili.

Barbieri, E. R., Oltre la censura. Domande aperte su un compendio neotestamentario italiano del XVI secolo, <<TITIVILLUS>>, 2015; 1 (1): 185-210 [http://hdl.handle.net/10807/70425]

Oltre la censura. Domande aperte su un compendio neotestamentario italiano del XVI secolo

Barbieri, Edoardo Roberto
2015

Abstract

Nel 1544 viene pubblicata a Venezia la prima edizione delle armonie evangeliche in volgare del sacerdote Natalino Amulio, a cui seguì nel 1556 una seconda edizione, ampliata da un commento. Sebbene questi testi costituissero semplicemente la ricomposizione dei Vangeli canonici in un unico racconto, essi furono spesso oggetto della censura ecclesiastica: in effetti, l’Amulio, soprattutto nella seconda edizione, è molto attento «a ricondurre ogni possibile spunto generato dalla lettura del testo nell’alveo dell’ortodossia cattolica» (p. 194). Al di là però di questi aspetti strettamente legati alle pratiche censorie, un’attenta analisi delle due edizioni apre a una serie di dubbi relativi alla interpretazione dell’opera stessa, alle fonti, alle modalità concrete di realizzazione delle edizioni; tutte questioni che attualmente non paiono essere facilmente risolvibili.
Italiano
Barbieri, E. R., Oltre la censura. Domande aperte su un compendio neotestamentario italiano del XVI secolo, <<TITIVILLUS>>, 2015; 1 (1): 185-210 [http://hdl.handle.net/10807/70425]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/70425
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact