Il presente contributo mette l’accento sulla "forza sorgiva" e sul carattere interno, non “scettico”, della critica alla filosofia condotta da Jacques Derrida, sull’orizzonte di “filosofia prima” che l'autore francese, con il suo «razionalismo», in realtà rinnova, interrogando l’essere nella sua problematicità, nelle sue dinamiche destabilizzanti, lasciandolo nella sua imprevedibilità sottratta al calcolo, assumendolo responsabilmente nel suo rimanere possibile, cioè in certo modo “impossibile” per il pensiero.

Petrosino, S., Il razionalismo di Derrida, <<GIORNALE DI METAFISICA>>, 2014; (2): 359-376 [http://hdl.handle.net/10807/70403]

Il razionalismo di Derrida

Petrosino
2015

Abstract

Il presente contributo mette l’accento sulla "forza sorgiva" e sul carattere interno, non “scettico”, della critica alla filosofia condotta da Jacques Derrida, sull’orizzonte di “filosofia prima” che l'autore francese, con il suo «razionalismo», in realtà rinnova, interrogando l’essere nella sua problematicità, nelle sue dinamiche destabilizzanti, lasciandolo nella sua imprevedibilità sottratta al calcolo, assumendolo responsabilmente nel suo rimanere possibile, cioè in certo modo “impossibile” per il pensiero.
Italiano
Petrosino, S., Il razionalismo di Derrida, <<GIORNALE DI METAFISICA>>, 2014; (2): 359-376 [http://hdl.handle.net/10807/70403]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/70403
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact