La riforma costituzionale in corso di approvazione in Parlamento e il decreto Delrio, che ha ridisegnato la geografia degli enti intermedi in Italia, hanno profondamente modificato il quadro di riferimento per le strutture di governo substatali. È in questo nuovo contesto che deve collocarsi, se vuole risultare efficace, qualunque dibattito sulla finanza locale. Solo così si potrà sperare di avanzare adeguate proposte di riforma che altrimenti rischierebbero di apparire velleitarie.

Bordignon, M., Decentramento e finanza locale: quale direzione per l’Italia?, <<ITALIANIEUROPEI>>, 2015; (3): 53-61 [http://hdl.handle.net/10807/69374]

Decentramento e finanza locale: quale direzione per l’Italia?

Bordignon, Massimo
2015

Abstract

La riforma costituzionale in corso di approvazione in Parlamento e il decreto Delrio, che ha ridisegnato la geografia degli enti intermedi in Italia, hanno profondamente modificato il quadro di riferimento per le strutture di governo substatali. È in questo nuovo contesto che deve collocarsi, se vuole risultare efficace, qualunque dibattito sulla finanza locale. Solo così si potrà sperare di avanzare adeguate proposte di riforma che altrimenti rischierebbero di apparire velleitarie.
Italiano
Bordignon, M., Decentramento e finanza locale: quale direzione per l’Italia?, <<ITALIANIEUROPEI>>, 2015; (3): 53-61 [http://hdl.handle.net/10807/69374]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/69374
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact