La negazione nella riflessione linguistica antica