Sconfinamenti. Per uno stile di pensiero tra estetica e coreologia