Il moto pendolare fra la ‘parte’ e il ‘tutto’