"Piante celesti con le radici lassù". Una metafora dell'esistenza umana nel "Timeo" di Platone.