INTRODUZIONE: Secondo gran parte della più recente letteratura internazionale in tema di medical education in Sanità Pubblica, vista la rapida evoluzione dei sistemi sanitari e le sfide legata alla complessità ed alla sostenibilità degli stessi, è necessario offrire ai medici in formazione specialistica in tale ambito dei contenuti che li preparino ad essere leader efficaci e medici-manager in grado di gestire problematiche finanziarie, normative e operative complesse, affrontando a viso aperto le sfide che segneranno l'assistenza sanitaria, la ricerca in sanità pubblica e l’interfaccia con il policy making. Lo scopo dello studio è determinare la percezione dei medici in formazione specialistica (Specializzandi) iscritti in Italia alle Scuole di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva (Sanità Pubblica) riguardo alle conoscenze ed ai bisogni formativi in materia di Management Medico (MM) nell’ambito del percorso formativo post laurea di specializzazione di area sanitaria. MATERIALI E METODI: È stato condotto uno studio trasversale tra marzo e settembre 2011 nel quale è stato somministrato un questionario anonimo a tutti i medici specializzandi in Igiene e Medicina Preventiva delle Scuole Italiane. Il questionario, composto da 33 item, è stato così strutturato: 1) parte iniziale con brevi domande volte a definire le caratteristiche socio demografiche dell’intervistato; 2) quesiti riguardanti aspetti generali quali ad esempio la conoscenza dell'inglese e l'utilizzo delle tecnologie di informazione e comunicazione; 3) l’esperienza maturata durante la scuola di specializzazione in materia di MM e, infine, 4) domande tese ad esplorare il bisogno formativo percepito in materia di MM in Sanità Pubblica. RISULTATI: Hanno preso parte all’indagine venticinque (78,1%) delle trentadue scuole di specializzazione Italiane contattate e 299 specializzandi su 535 (il 55,9%) hanno completato il questionario. L’età media dei partecipanti è stata di 32.4 anni (DS ± 4,5) e il 65,9% era di genere femminile. Novantaquattro residenti (31,4%) al momento dello studio stavano frequentando il primo anno di corso, 41 (13,7%) erano al secondo anno, 52 (17,4) al terzo mentre 112 (37,5%) al quarto. Più della metà degli specializzandi (anche tra quelli che durante la somministrazione stavano frequentando l’ultimo anno di corso di specializzazione) dichiarava di non aver ricevuto alcun insegnamento riguardante la gestione della medicina di genere in salute pubblica e sul marketing socio-sanitario. Il questionario rivela che più del 40% degli specializzandi che stavano frequentando l’ultimo anno di corso sentiva il bisogno di ulteriore formazione in tutte le aree di MM, specialmente in materia di organizzazione dei servizi sanitari e gestione delle risorse umane. CONCLUSIONI: I leader della sanità pubblica sono stati recentemente criticati per non aver formato la prossima generazione di operatori nelle scienze della salute pubblica in grado di affrontare le necessità e le sfide lanciate dalla complessità di una disciplina che, nell'era della globalizzazione, necessità di ampliare ancora di più il proprio raggio di azione verso una planetary health. In Italia, le sfide della sostenibilità dei sistemi sanitari regionali e del Servizio Sanitario Nazionale richiede di formare specialisti di sanità pubblica che siano leader in grado di guidare i processi sia a livello di governance di sistema sia di governance di produzione. I risultati di questo studio mostrano che non tutti gli argomenti del MM erano stati affrontati compiutamente durante i quattro anni di formazione post-laurea nel nostro campione. In particolare, si evince che le tematiche di MM che hanno ricevuto una minore attenzione nel piano formativo delle scuole italiane di Sanità Pubblica sono state le strategie per la riduzione del diseguaglianze socio-sanitarie ed il marketing socio-sanitario. Nel complesso, gli specializzandi che hanno risposto alla survey hanno riferito la necessità di una maggiore formazione su tutti i grandi temi evidenziati e, in particolare, in materia di organizzazione dei servizi sanitari, gestione delle risorse umane, comunicazione sanitaria e nell'advocacy e comunicazione con i decisori politici (bisogno che resta presente, anche se in misura minore, anche negli specializzandi che si stavano avvicinando alla fine del corso). Dati questi risultati si dovrebbero fare maggiori sforzi per garantire un piano di insegnamento omogeneo e capillare nell’ambito delle discipline del MM in Sanità Pubblica con l'obiettivo di formare i leader della sanità italiana ed europea del prossimo futuro. Dovrebbero essere fatti maggiori sforzi per garantire un piano di insegnamento nell’ambito delle discipline del MM in Sanità Pubblica viste le necessità le sfide lanciate dalla complessità e dalla sostenibilità dei sistemi sanitari regionali e del Servizio Sanitario Nazionale.

Silenzi, A., Buja, A., Bertoncello, C., Specchia, M. L., Lion, C., Franchino, G., Lazzari, A., Baldo, V., Ricciardi, G., Damiani, G., Percezione delle conoscenze e dei bisogni formativi in tema di management medico da parte dei medici in formazione specialistica in igiene e sanità pubblica in Italia, Abstract de <<47° Congresso Nazionale SItI>>, (Riccione, 01-04 October 2014 ), s.n., s.l. 2014: 334-335 [http://hdl.handle.net/10807/63421]

Percezione delle conoscenze e dei bisogni formativi in tema di management medico da parte dei medici in formazione specialistica in igiene e sanità pubblica in Italia

Silenzi, Andrea;Specchia, Maria Lucia;Lazzari, Agnese;Ricciardi, Gualtiero;Damiani, Gianfranco
2014

Abstract

INTRODUZIONE: Secondo gran parte della più recente letteratura internazionale in tema di medical education in Sanità Pubblica, vista la rapida evoluzione dei sistemi sanitari e le sfide legata alla complessità ed alla sostenibilità degli stessi, è necessario offrire ai medici in formazione specialistica in tale ambito dei contenuti che li preparino ad essere leader efficaci e medici-manager in grado di gestire problematiche finanziarie, normative e operative complesse, affrontando a viso aperto le sfide che segneranno l'assistenza sanitaria, la ricerca in sanità pubblica e l’interfaccia con il policy making. Lo scopo dello studio è determinare la percezione dei medici in formazione specialistica (Specializzandi) iscritti in Italia alle Scuole di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva (Sanità Pubblica) riguardo alle conoscenze ed ai bisogni formativi in materia di Management Medico (MM) nell’ambito del percorso formativo post laurea di specializzazione di area sanitaria. MATERIALI E METODI: È stato condotto uno studio trasversale tra marzo e settembre 2011 nel quale è stato somministrato un questionario anonimo a tutti i medici specializzandi in Igiene e Medicina Preventiva delle Scuole Italiane. Il questionario, composto da 33 item, è stato così strutturato: 1) parte iniziale con brevi domande volte a definire le caratteristiche socio demografiche dell’intervistato; 2) quesiti riguardanti aspetti generali quali ad esempio la conoscenza dell'inglese e l'utilizzo delle tecnologie di informazione e comunicazione; 3) l’esperienza maturata durante la scuola di specializzazione in materia di MM e, infine, 4) domande tese ad esplorare il bisogno formativo percepito in materia di MM in Sanità Pubblica. RISULTATI: Hanno preso parte all’indagine venticinque (78,1%) delle trentadue scuole di specializzazione Italiane contattate e 299 specializzandi su 535 (il 55,9%) hanno completato il questionario. L’età media dei partecipanti è stata di 32.4 anni (DS ± 4,5) e il 65,9% era di genere femminile. Novantaquattro residenti (31,4%) al momento dello studio stavano frequentando il primo anno di corso, 41 (13,7%) erano al secondo anno, 52 (17,4) al terzo mentre 112 (37,5%) al quarto. Più della metà degli specializzandi (anche tra quelli che durante la somministrazione stavano frequentando l’ultimo anno di corso di specializzazione) dichiarava di non aver ricevuto alcun insegnamento riguardante la gestione della medicina di genere in salute pubblica e sul marketing socio-sanitario. Il questionario rivela che più del 40% degli specializzandi che stavano frequentando l’ultimo anno di corso sentiva il bisogno di ulteriore formazione in tutte le aree di MM, specialmente in materia di organizzazione dei servizi sanitari e gestione delle risorse umane. CONCLUSIONI: I leader della sanità pubblica sono stati recentemente criticati per non aver formato la prossima generazione di operatori nelle scienze della salute pubblica in grado di affrontare le necessità e le sfide lanciate dalla complessità di una disciplina che, nell'era della globalizzazione, necessità di ampliare ancora di più il proprio raggio di azione verso una planetary health. In Italia, le sfide della sostenibilità dei sistemi sanitari regionali e del Servizio Sanitario Nazionale richiede di formare specialisti di sanità pubblica che siano leader in grado di guidare i processi sia a livello di governance di sistema sia di governance di produzione. I risultati di questo studio mostrano che non tutti gli argomenti del MM erano stati affrontati compiutamente durante i quattro anni di formazione post-laurea nel nostro campione. In particolare, si evince che le tematiche di MM che hanno ricevuto una minore attenzione nel piano formativo delle scuole italiane di Sanità Pubblica sono state le strategie per la riduzione del diseguaglianze socio-sanitarie ed il marketing socio-sanitario. Nel complesso, gli specializzandi che hanno risposto alla survey hanno riferito la necessità di una maggiore formazione su tutti i grandi temi evidenziati e, in particolare, in materia di organizzazione dei servizi sanitari, gestione delle risorse umane, comunicazione sanitaria e nell'advocacy e comunicazione con i decisori politici (bisogno che resta presente, anche se in misura minore, anche negli specializzandi che si stavano avvicinando alla fine del corso). Dati questi risultati si dovrebbero fare maggiori sforzi per garantire un piano di insegnamento omogeneo e capillare nell’ambito delle discipline del MM in Sanità Pubblica con l'obiettivo di formare i leader della sanità italiana ed europea del prossimo futuro. Dovrebbero essere fatti maggiori sforzi per garantire un piano di insegnamento nell’ambito delle discipline del MM in Sanità Pubblica viste le necessità le sfide lanciate dalla complessità e dalla sostenibilità dei sistemi sanitari regionali e del Servizio Sanitario Nazionale.
Italiano
ATTI del 47° Congresso Nazionale SItI - Comunicazioni brevi
47° Congresso Nazionale SItI
Riccione
1-ott-2014
4-ott-2014
N/A
Silenzi, A., Buja, A., Bertoncello, C., Specchia, M. L., Lion, C., Franchino, G., Lazzari, A., Baldo, V., Ricciardi, G., Damiani, G., Percezione delle conoscenze e dei bisogni formativi in tema di management medico da parte dei medici in formazione specialistica in igiene e sanità pubblica in Italia, Abstract de <<47° Congresso Nazionale SItI>>, (Riccione, 01-04 October 2014 ), s.n., s.l. 2014: 334-335 [http://hdl.handle.net/10807/63421]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/63421
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact