Due dimensioni e mezza. Elementi metalinguistici nei giochi "paper"