Le "storie" e le "favole" in Agostino Mascardi