Disprezzo, vocazione, attesa. L'antroponimo Johnny in "Primavera di bellezza"