"Contentati di quel che t'ha fatto tuo padre". Parola e silenzio nel destino dei Malavoglia