Il "Trionfo della morte":scrittura "musicale" e pensiero della fine