Il figlio adottato e la sua doppia origine