L'olivicoltura in Emilia può avere buone chance