In 2012, the decisions taken by the Italian Antitrust Authority with regard to the regulated markets have concerned 6 abuses of dominant position, 4 agreements and 4 merger cases. However regarding the different markets the Authority has closed 4 proceedings in the energy markets: 3 with infringement measures and only one with acceptance of commitments. Considering the commodity sectors the investigations referred to the markets of gas distribution and wholesale supply of natural gas as well as the market of electric energy dispatching. Moreover Agcm did not open investigations in the case of mergers since none of the 38 notified resulted in either establishing or enhancing a dominant position in the energy markets which abolishes or reduces competition in a significant and long-lasting way. In the electronic communication market a proceeding concerning sport media rights has been reopened after the decision of the administrative court (Consiglio di Stato)which had overruled commitments accepted by Agcm. Futher the Authority accepted commitments in a case of dominant position of exclusionary nature. In the postal sector a further abuse of dominant position has been closed with acceptance of commitments. With regard to the transport sector an abuse of dominant position (Ferrovie dello Stato, Trenitalia e RFI vs. Arenaways) concerning access to railway infrastructure is noteworthy. At the same time two agreements were ascertained as anticompetitive by Agcm: the first, concerning the road safety barrier market; the second one the maritime services agencies.

Nel 2012 le decisioni dell’Agcm con riferimento alle attività economiche sui mercati regolati hanno riguardato 6 casi di abuso di posizione dominante, 4 intese e 4 concentrazioni. Considerando, invece, i diversi mercati l’Agcm ha chiuso 4 procedimenti sui mercati energetici adottando tre provvedimenti sanzionatori e uno di accettazione degli impegni. Sotto il profilo merceologico l’attività istruttoria ha riguardato i mercati della distribuzione e dell’approvvigionamento all’ingrosso del gas naturale e il mercato dei servizi di dispacciamento dell’energia elettrica. Inoltre l’Agcm non ha avviato istruttorie in materia di concentrazioni ai sensi dell’art. 16, co. 4 della l. n. 287/1990, ritenendo che nessuna delle 38 operazioni comunicate determinasse la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante sui mercati interessati tale da eliminare o ridurre in modo sostanziale o durevole la concorrenza. Nel mercato delle comunicazioni elettroniche si riscontra la riapertura di un caso relativo ai diritti sportivi a seguito di una decisione del Consiglio di Stato che ha rigettato gli impegni accettati da Agcm. Inoltre una decisione per abuso di posizione dominante di natura escludente dove il procedimento si è chiuso con l’accettazione di impegni. Nel settore postale un ulteriore caso di abuso di posizione dominante si è chiuso con l’accettazione di impegni da parte dell’Agcm. Nel settore dei trasporti, si segnala un importante caso di abuso di posizione dominante (Ferrovie dello Stato, Trenitalia e RFI c. Arenaways) riguardo il tema dell’accesso all’infrastruttura ferroviaria. Nello stesso periodo si segnalano due intese ritenute dall’Agcm restrittive della concorrenza: l’una, concernente il mercato delle barriere stradali, l’altra, inerente i servizi di agenzia marittima.

Candido, A., Canepa, A., Carfi', V., LA TUTELA DELLA CONCORRENZA NEIMERCATI REGOLATI: LE DECISIONIDELL’AGCM IN MATERIA DI SERVIZIDI INTERESSE ECONOMICO GENERALE(ANNO 2012), <<CONCORRENZA E MERCATO>>, 2013; (1): 497-523 [http://hdl.handle.net/10807/47291]

LA TUTELA DELLA CONCORRENZA NEI MERCATI REGOLATI: LE DECISIONI DELL’AGCM IN MATERIA DI SERVIZI DI INTERESSE ECONOMICO GENERALE (ANNO 2012)

Candido, Alessandro;
2013

Abstract

Nel 2012 le decisioni dell’Agcm con riferimento alle attività economiche sui mercati regolati hanno riguardato 6 casi di abuso di posizione dominante, 4 intese e 4 concentrazioni. Considerando, invece, i diversi mercati l’Agcm ha chiuso 4 procedimenti sui mercati energetici adottando tre provvedimenti sanzionatori e uno di accettazione degli impegni. Sotto il profilo merceologico l’attività istruttoria ha riguardato i mercati della distribuzione e dell’approvvigionamento all’ingrosso del gas naturale e il mercato dei servizi di dispacciamento dell’energia elettrica. Inoltre l’Agcm non ha avviato istruttorie in materia di concentrazioni ai sensi dell’art. 16, co. 4 della l. n. 287/1990, ritenendo che nessuna delle 38 operazioni comunicate determinasse la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante sui mercati interessati tale da eliminare o ridurre in modo sostanziale o durevole la concorrenza. Nel mercato delle comunicazioni elettroniche si riscontra la riapertura di un caso relativo ai diritti sportivi a seguito di una decisione del Consiglio di Stato che ha rigettato gli impegni accettati da Agcm. Inoltre una decisione per abuso di posizione dominante di natura escludente dove il procedimento si è chiuso con l’accettazione di impegni. Nel settore postale un ulteriore caso di abuso di posizione dominante si è chiuso con l’accettazione di impegni da parte dell’Agcm. Nel settore dei trasporti, si segnala un importante caso di abuso di posizione dominante (Ferrovie dello Stato, Trenitalia e RFI c. Arenaways) riguardo il tema dell’accesso all’infrastruttura ferroviaria. Nello stesso periodo si segnalano due intese ritenute dall’Agcm restrittive della concorrenza: l’una, concernente il mercato delle barriere stradali, l’altra, inerente i servizi di agenzia marittima.
Italiano
Candido, A., Canepa, A., Carfi', V., LA TUTELA DELLA CONCORRENZA NEIMERCATI REGOLATI: LE DECISIONIDELL’AGCM IN MATERIA DI SERVIZIDI INTERESSE ECONOMICO GENERALE(ANNO 2012), <<CONCORRENZA E MERCATO>>, 2013; (1): 497-523 [http://hdl.handle.net/10807/47291]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/47291
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact