In 2011, the Italian Antitrust Authority has identified, in relation to general economic interest services, four abuse of dominant position, two agreements restricting competition and two concentrations. With regard to the abuse of dominant position in the electronic communications sector, the Authority has sanctioned the Auditel company for anticompetitive behavior in the delivery of the reporting service of the television audience data (Sky Italia/Auditel); another case, concerning the services collection of data for daily newspapers and magazine, was closed by acceptance of commitments (Epolis-Audipress). The Authority, in the postal market, has punished the anticompetitive behavior of the Poste Italiane (TNT Poste Italia/Poste italiane), while, in electricity and gas sector, has made a decision not to proceed to judgment (Eni-Trans Tunisian Pipeline company) and has imposed a penalty to Italgas Spa for omission of informations that could favor some potential competitors (Comuni vari — Espletamento gare affidamento servizio distribuzione gas). With regard to the restrictive agreements in the transport market, the Authority has sanctioned the activities of consultation carried out by many Italian companies, aimed at achieving significant increases in freight rates of goods (Logistica Internazionale—I722). In the electronic communications sector, the Authority has ascertained an anticompetitive agreement in services of marketing and advertising agency (Guida remunerazione e tariffe 2009/2010 per operatori pubblicitari). Finally, the Authority identifies two mergers in the electricity market, penalizing non-compliance to the obligation of communication under Article 16, co. 1, l. No. 287/1990 (Compagnia Italiana Energia/Agenzia per l’energia della provincia di Cuneo) and prohibiting, pursuant to Article 18, co. 1, of the same law, a merger of companies (CVA — Compagnia valdostana delle acque/Deval Vallenergie).

Nel 2011 l’Agcm ha individuato in materia di servizi di interesse economico generale 4 abusi di posizione dominante, 2 intese restrittive della concorrenza e 2 operazioni di concentrazione. Con riguardo all’abuso di posizione dominante, nel settore delle comunicazioni elettroniche l’Autorità ha sanzionato la società Auditel per comportamenti anticompetitivi nell’erogazione del servizio di rilevazione degli ascolti televisivi (Sky Italia/Auditel – A422); un ulteriore caso, concernente i servizi di rilevazione dei dati per la stampa quotidiana e periodica, è stato chiuso mediante accettazione di impegni (Epolis-Audipress – A424). L’Agcm nel mercato postale ha punito la condotta anticoncorrenziale di Poste italiane (TNT Poste Italia/Poste italiane – A413), mentre nel settore dell’energia elettrica e del gas ha emesso un provvedimento di non luogo a provvedere (Eni-Trans Tunisian Pipeline company – A358) e ha irrogato a Italgas S.p.a. una sanzione per omissione di informazioni che potevano favorire alcuni potenziali concorrenti (Comuni vari – Espletamento gare affidamento servizio distribuzione gas – A432). Considerando le intese restrittive della concorrenza, nel mercato dei trasporti l’Autorità ha sanzionato l’attività di concertazione svolta da numerose imprese italiane, finalizzata a realizzare rilevanti incrementi delle tariffe nel trasporto merci (Logistica internazionale – I722). Nel settore delle comunicazioni elettroniche l’Agcm ha accertato un’intesa restrittiva della concorrenza nei servizi di marketing e intermediazione pubblicitaria (Guida remunerazione e tariffe 2009/2010 per operatori pubblicitari – I734). Infine, sono state individuate due operazioni di concentrazione nel mercato dell’energia elettrica, sanzionando l’inottemperanza all’obbligo di comunicazione di cui all’art. 16, co. 1, legge n. 287/1990 (Compagnia Italiana Energia/Agenzia per l’energia della provincia di Cuneo – C10998) e vietando, ai sensi dell’art. 18, co. 1, della medesima legge, una concentrazione di imprese (CVA – Compagnia valdostana delle acque/Deval Vallenergie – C11082).

Candido, A., Carfi', V., Canepa, A., La tutela della concorrenza nei mercati regolati : le decisioni dell'Agcm in materia di servizi di interesse economico generale, <<CONCORRENZA E MERCATO>>, 2012; (1): 179-197 [http://hdl.handle.net/10807/46331]

La tutela della concorrenza nei mercati regolati : le decisioni dell'Agcm in materia di servizi di interesse economico generale

Candido, Alessandro;
2012

Abstract

Nel 2011 l’Agcm ha individuato in materia di servizi di interesse economico generale 4 abusi di posizione dominante, 2 intese restrittive della concorrenza e 2 operazioni di concentrazione. Con riguardo all’abuso di posizione dominante, nel settore delle comunicazioni elettroniche l’Autorità ha sanzionato la società Auditel per comportamenti anticompetitivi nell’erogazione del servizio di rilevazione degli ascolti televisivi (Sky Italia/Auditel – A422); un ulteriore caso, concernente i servizi di rilevazione dei dati per la stampa quotidiana e periodica, è stato chiuso mediante accettazione di impegni (Epolis-Audipress – A424). L’Agcm nel mercato postale ha punito la condotta anticoncorrenziale di Poste italiane (TNT Poste Italia/Poste italiane – A413), mentre nel settore dell’energia elettrica e del gas ha emesso un provvedimento di non luogo a provvedere (Eni-Trans Tunisian Pipeline company – A358) e ha irrogato a Italgas S.p.a. una sanzione per omissione di informazioni che potevano favorire alcuni potenziali concorrenti (Comuni vari – Espletamento gare affidamento servizio distribuzione gas – A432). Considerando le intese restrittive della concorrenza, nel mercato dei trasporti l’Autorità ha sanzionato l’attività di concertazione svolta da numerose imprese italiane, finalizzata a realizzare rilevanti incrementi delle tariffe nel trasporto merci (Logistica internazionale – I722). Nel settore delle comunicazioni elettroniche l’Agcm ha accertato un’intesa restrittiva della concorrenza nei servizi di marketing e intermediazione pubblicitaria (Guida remunerazione e tariffe 2009/2010 per operatori pubblicitari – I734). Infine, sono state individuate due operazioni di concentrazione nel mercato dell’energia elettrica, sanzionando l’inottemperanza all’obbligo di comunicazione di cui all’art. 16, co. 1, legge n. 287/1990 (Compagnia Italiana Energia/Agenzia per l’energia della provincia di Cuneo – C10998) e vietando, ai sensi dell’art. 18, co. 1, della medesima legge, una concentrazione di imprese (CVA – Compagnia valdostana delle acque/Deval Vallenergie – C11082).
Italiano
Candido, A., Carfi', V., Canepa, A., La tutela della concorrenza nei mercati regolati : le decisioni dell'Agcm in materia di servizi di interesse economico generale, <<CONCORRENZA E MERCATO>>, 2012; (1): 179-197 [http://hdl.handle.net/10807/46331]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/46331
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact