La drammaturgia di Dacia Maraini. Paradossi di un teatro di militanza e poesia