Una 'distrazione' storiografica significativa: il caso di Armida Barelli