Partendo da una chiara separazione tra i criteri per la valutazione degli elementi patrimoniali e reddituali da adottarsi in sede di predisposizione delle sintesi contabili di esercizio, da un lato, e quelli per la valutazione degli eventuali profili di pregiudizio patrimoniale nell’ambito delle azioni di responsabilità, dall’altro, viene tratteggiata l’applicazione delle norme del Codice Civile in tema di immobilizzazioni immateriali al “cartellino” del parco giocatori delle società di calcio sulla scorta dei principi contabili nazionali e delle Norme Organizzative Interne della Federazione Italiana Giuoco Calcio (N.O.I.F.). Successivamente, viene analizzata la problematica della natura giuridica dello status della società sportiva all’interno dell’ordinamento settoriale sportivo, ossia della possibilità di partecipare da parte della società ad un determinato campionato e di essere promossa ad una categoria superiore o di essere retrocessa ad una categoria inferiore (Serie A, Serie B e così via). Il raffronto con precedenti assegnazioni dei titoli sportivi da parte della F.I.G.C. completa l’approfondimento proposto in ordine alla disciplina da applicarsi alla loro circolazione e alla loro titolarità nell’ambito di trasferimenti d’azienda.

Sottoriva, C., La qualificazione del c.d. "titolo sportivo" nel trasferimento d'azienda nell'ambito di procedure concorsuali, <<LE SOCIETÀ>>, 2011; (Luglio): 769-783 [http://hdl.handle.net/10807/36527]

La qualificazione del c.d. "titolo sportivo" nel trasferimento d'azienda nell'ambito di procedure concorsuali

Sottoriva
2011

Abstract

Partendo da una chiara separazione tra i criteri per la valutazione degli elementi patrimoniali e reddituali da adottarsi in sede di predisposizione delle sintesi contabili di esercizio, da un lato, e quelli per la valutazione degli eventuali profili di pregiudizio patrimoniale nell’ambito delle azioni di responsabilità, dall’altro, viene tratteggiata l’applicazione delle norme del Codice Civile in tema di immobilizzazioni immateriali al “cartellino” del parco giocatori delle società di calcio sulla scorta dei principi contabili nazionali e delle Norme Organizzative Interne della Federazione Italiana Giuoco Calcio (N.O.I.F.). Successivamente, viene analizzata la problematica della natura giuridica dello status della società sportiva all’interno dell’ordinamento settoriale sportivo, ossia della possibilità di partecipare da parte della società ad un determinato campionato e di essere promossa ad una categoria superiore o di essere retrocessa ad una categoria inferiore (Serie A, Serie B e così via). Il raffronto con precedenti assegnazioni dei titoli sportivi da parte della F.I.G.C. completa l’approfondimento proposto in ordine alla disciplina da applicarsi alla loro circolazione e alla loro titolarità nell’ambito di trasferimenti d’azienda.
Italiano
Sottoriva, C., La qualificazione del c.d. "titolo sportivo" nel trasferimento d'azienda nell'ambito di procedure concorsuali, <<LE SOCIETÀ>>, 2011; (Luglio): 769-783 [http://hdl.handle.net/10807/36527]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/36527
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact