L’articolo prende in esame la rivista «Dinamo futurista», fondata da Fortunato Depero nel 1933, al rientro dal suo soggiorno a New-York (1928-30). Vengono analizzate in particolare le dichiarazioni programmatiche del periodico di Rovereto e la produzione letteraria ivi ospitata. La testata appare meritevole di una riscoperta e rivalutazione, non solo per la veste grafica attribuitale dall’artista futurista, ma anche per i contributi letterari e di poetica, e in particolare per le proposte relative alla poesia pubblicitaria, finora trascurata dalla critica.

Millefiorini, F., La poesia nella «Dinamo futurista» di Fortunato Depero, <<GRADIVA>>, 2004; (25): 40-52 [http://hdl.handle.net/10807/36076]

La poesia nella «Dinamo futurista» di Fortunato Depero

Millefiorini, Federica
2004

Abstract

L’articolo prende in esame la rivista «Dinamo futurista», fondata da Fortunato Depero nel 1933, al rientro dal suo soggiorno a New-York (1928-30). Vengono analizzate in particolare le dichiarazioni programmatiche del periodico di Rovereto e la produzione letteraria ivi ospitata. La testata appare meritevole di una riscoperta e rivalutazione, non solo per la veste grafica attribuitale dall’artista futurista, ma anche per i contributi letterari e di poetica, e in particolare per le proposte relative alla poesia pubblicitaria, finora trascurata dalla critica.
Italiano
Millefiorini, F., La poesia nella «Dinamo futurista» di Fortunato Depero, <<GRADIVA>>, 2004; (25): 40-52 [http://hdl.handle.net/10807/36076]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/36076
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact