L’interpretazione greca di “yādîd” nei Profeti