Viene ripercorsa la continuità esistente tra Peirce e Benveniste su alcuni concetti centrali che riguardano il rapporto tra linguaggio e realtà: Benveniste li chiama 'deittici' ma sono nozioni riprese da Peirce attraverso la mediazione di Charles Morris, le cui opere ispirate a Peirce Benveniste aveva letto e citato nei suoi saggi. Tale nozione darà origine alla teoria benvenistiana sull'enunciazione.

Fumagalli, A., Da Peirce a Benveniste: gli indicatori e la teoria dell'enunciazione, <<SEMIOTICHE>>, 2004; (2): 31-48 [http://hdl.handle.net/10807/31849]

Da Peirce a Benveniste: gli indicatori e la teoria dell'enunciazione

Fumagalli, Armando
2004

Abstract

Viene ripercorsa la continuità esistente tra Peirce e Benveniste su alcuni concetti centrali che riguardano il rapporto tra linguaggio e realtà: Benveniste li chiama 'deittici' ma sono nozioni riprese da Peirce attraverso la mediazione di Charles Morris, le cui opere ispirate a Peirce Benveniste aveva letto e citato nei suoi saggi. Tale nozione darà origine alla teoria benvenistiana sull'enunciazione.
Italiano
Fumagalli, A., Da Peirce a Benveniste: gli indicatori e la teoria dell'enunciazione, <>, 2004; (2): 31-48 [http://hdl.handle.net/10807/31849]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/31849
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact