In un contesto altamente dinamico, come quello nel quale stiamo vivendo, nel quale i cambiamenti non sono lineari e quindi sono del tutto inattesi, la nozione di tecnologia necessita di essere ridefinita: deve infatti essere concepita come una forma di relazione sociale, dove l¿hardware e il software rivestono un ruolo di supporto al ¿brainware¿. Le uniche che riconoscono questo ruolo sono quelle che Zeleny (1990) definisce come ¿high technologies¿, ossia quelle particolari tecnologie che ¿¿.modificano la natura qualitativa dei compiti, delle performance, delle interrelazioni, i flussi informativi ed anche le competenze richieste, i ruoli ricoperti, gli stili di management e coordinamento, ed addirittura anche la cultura organizzativa stessa¿ (Zeleny M., 2002). L¿obiettivo del nostro lavoro è rivolto a capire se i Web Services possano essere classificati o meno tra le ¿high technologies¿: il punto cruciale, in sintesi, risiede nel fatto che le ¿high technologies¿ per definizione fanno perno sulla valorizzazione dell¿individuo, incoraggiandolo al trasferimento e alla condivisione della conoscenza, mentre i Web Services sembrano non avere questo obiettivo primario, ma piuttosto quello di ridurre i costi di sviluppo di applicazioni web interattive, consegnandole direttamente agli utilizzatori finali e rendendole flessibili ad eventuali aggiustamenti qualora si manifestino cambiamenti nei requisiti mentre nessun riferimento viene fatto ai meccanismi di trasferimento e condivisione della conoscenza che stanno alla base di ogni applicazione ¿high technology.¿

Cantoni, F., Negri, D., Possono i Web Services essere classificati come applicazione "high technology"? Alcuni aspetti critici relativi al trasferimento e alla condivisione della conoscenza, Paper, in Atti WOA, (Roma, 05-06 February 2004), Università LUISS G. Carli, Roma 2004: 1-10 [http://hdl.handle.net/10807/29774]

Possono i Web Services essere classificati come applicazione "high technology"? Alcuni aspetti critici relativi al trasferimento e alla condivisione della conoscenza

Cantoni, Franca;Negri, Daniela
2004

Abstract

In un contesto altamente dinamico, come quello nel quale stiamo vivendo, nel quale i cambiamenti non sono lineari e quindi sono del tutto inattesi, la nozione di tecnologia necessita di essere ridefinita: deve infatti essere concepita come una forma di relazione sociale, dove l¿hardware e il software rivestono un ruolo di supporto al ¿brainware¿. Le uniche che riconoscono questo ruolo sono quelle che Zeleny (1990) definisce come ¿high technologies¿, ossia quelle particolari tecnologie che ¿¿.modificano la natura qualitativa dei compiti, delle performance, delle interrelazioni, i flussi informativi ed anche le competenze richieste, i ruoli ricoperti, gli stili di management e coordinamento, ed addirittura anche la cultura organizzativa stessa¿ (Zeleny M., 2002). L¿obiettivo del nostro lavoro è rivolto a capire se i Web Services possano essere classificati o meno tra le ¿high technologies¿: il punto cruciale, in sintesi, risiede nel fatto che le ¿high technologies¿ per definizione fanno perno sulla valorizzazione dell¿individuo, incoraggiandolo al trasferimento e alla condivisione della conoscenza, mentre i Web Services sembrano non avere questo obiettivo primario, ma piuttosto quello di ridurre i costi di sviluppo di applicazioni web interattive, consegnandole direttamente agli utilizzatori finali e rendendole flessibili ad eventuali aggiustamenti qualora si manifestino cambiamenti nei requisiti mentre nessun riferimento viene fatto ai meccanismi di trasferimento e condivisione della conoscenza che stanno alla base di ogni applicazione ¿high technology.¿
Italiano
Atti WOA
V° Workshop dei Docenti e Ricercatori di Organizzazione Aziendale
Roma
Paper
5-feb-2004
6-feb-2004
Cantoni, F., Negri, D., Possono i Web Services essere classificati come applicazione "high technology"? Alcuni aspetti critici relativi al trasferimento e alla condivisione della conoscenza, Paper, in Atti WOA, (Roma, 05-06 February 2004), Università LUISS G. Carli, Roma 2004: 1-10 [http://hdl.handle.net/10807/29774]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/29774
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact